I 6 COLORI CHE ROVINANO LA SALUTE DI TUO FIGLIO

Quello che c’è di più bello durante l’estate, è l’abbronzarti.

C’è chi è abituato a stare per ore ininterrottamente sotto il sole per poter diventare quanto più scuro possibile.

E c’è chi anche se ci prova con i più originali stratagemmi, più di un arrossamento della pelle non riesce ad ottenere.

L’abbronzatura dipende dal tipo di pelle che hai, dalla sua capacità di produrre melanina – la sostanza che ti permette di diventare scuro – e ogni persona ha la propria.

Il colore che riesci a raggiungere permette di comprendere che tipo di pelle hai; oggi si parla moltissimo di fototipo, al quale è legato il fattore di protezione solare (SPF).

Così come l’abbronzatura è motivo di soddisfazione e gioia, allo stesso modo quel colore così tanto ambito è motivo di preoccupazione e di sofferenza.

L’esposizione continua e ripetuta al sole porta a scottature e bruciature che lasciano il segno nel tempo, generando malattie della pelle molto gravi.

L’essere sottoposto in modo inteso e assai concentrato a “dosi di sole” stressa la pelle e l’organismo, che di risposta si ammala e si indebolisce.

Il colorito della pelle, quindi, nasconde insidie e problematiche gravi che puoi anche evitare di considerare, fino a quando non ti colpiscono e segnano il tuo stato di benessere in modo serio e preoccupante.

 

IL COLORE E’ DA SEMPRE IL SEGNALE DI PERICOLO CHE LA NATURA USA, DEVI SAPERLO INTERPRETARE

Tra pochissimo ti svelo il significato del colore della muffa che hai in casa, riportandoti i colori delle muffe che più crescono nelle abitazioni e descrivendotele.

Sono informazioni che ti permettono di avere conoscenze in più sulle muffe – che voglio condividere con te oggi in modo gratuito – perché tu abbia un’idea più completa di cosa cresce in casa tua.

E’ il mio rispondere a quelle domande che penso ti girano nella testa, darti qualche risposta alle curiosità e ai dubbi sulle muffe che vedi ricomparire in continuazione, nonostante i tuoi sforzi per ucciderle.

Non intendere, però, queste mie informazioni come una certezza:
RICORDA che un microrganismo, LA MUFFA, viene identificato SOLO CON ANALISI DI LABORATORIO, attraverso indagini microbiologiche eseguite da tecnici.

Sono certo, però, che ti saranno molto utili.

 

Durante la tua estate di tintarella e di relax, ci sono alcune tonalità di colore che puoi sottovalutare e considerare in modo superficiale, ma che potranno rovinare il tuo inverno, e quello di tuo figlio.

Non mi riferisco ora al colore della tua o sua pelle.

Quello che ti ho raccontato qui sopra è servito per creare una correlazione con il pericolo reale dovuto alle muffe, al quale esponi tuo figlio e te.

Il modo in cui affronti senza risolvere il problema dell’esposizione alle muffe in casa, genera un preciso effetto sulla salute, e quando si parla di muffe è sempre grave e pericoloso.

Ti sarà capitato di chiederti come comportarti di fronte ad una muffa di colore giallo, se sarà uguale o diversa dalle macchie più scure nere che invece sono presenti in un altro angolo.

Ti sarai chiesto quanto la muffa verdolina grigetta farà male alla salute di tuo figlio, e se l’antimuffa classico che hai comprato avrà effetto su quella.

Questi “colori dell’estate” sono quelli che ti rovinano l’inverno, se non agisci in modo veloce e risolutivo oggi stesso, se lasci che le tue pareti si “colorino” approfittando del fatto che tu non stai facendo nulla, o che l’hai affrontata in maniera inadeguata.

 

I COLORI DELLE MUFFE

 

MUFFA VERDE

Le muffe di colore verde sono moltissime, si stima siano migliaia.

Non è corretto pertanto fare supposizioni sul tipo di muffa in questione.

Spesso le vedi crescere sugli alimenti, per esempio frutta e limoni, e sul pane.

Si tratta in quel caso di Penicillium, muffa assai diffusa e che ha una capacità di crescere anche in condizioni ambientali poco adatte alla crescita di muffa.

Infatti, il limone che è estremamente acido, permette la crescita di muffa penicillium, quando potresti invece pensare che gli acidi dovrebbero riuscire ad ucciderla.

Trovi in questa mia rivelazione la risposta al perché determinati antimuffa contenenti sostanze acide, non la eliminano da casa tua.

Inoltre cresce a temperature che sono vicine agli zero gradi centigradi (0°C).

Potrebbe anche darsi che ti trovi di fronte ad un altro genere di muffa, l’Aspergillus che produce spore di colore verde.

Questa è ancora più pericolosa del Penicillium perché scatena infiammazioni delle vie respiratorie, malattia chiamata aspergillosi.

Sono muffe che trovi in casa tutto l’anno, vanno eliminate assieme alle loro spore al più presto.

 

MUFFA VERDE OLIVA, MARRONE, GRIGIA O NERA

 

Le muffe di colore verde oliva, marroni, grigie o nere, sono muffe del genere Cladosporium.

Tipiche degli ambienti esterni, di quelli all’aperto, queste muffe sono prettamente estive.

Questo significa che presentano una velocità di diffusione e di crescita elevatissima durante le stagioni calde, quando calore e pioggia permettono loro di produrre miliardi di spore.

Il vento le disperde e, complice il tuo aprire le finestre durante la bella stagione, loro invadono le tue stanze, per poi riprendere il ciclo di crescita, all’interno, in autunno-inverno.

Crescono e colonizzano principalmente le pareti e gli strati isolanti, e crescono con facilità su tappeti e moquette.

Particolarmente pericolose per la salute, causano irritazioni, infiammazioni e sensibilizzazioni alla pelle, agli occhi e alle mucose del naso, sfociando per queste ultime in sinusiti.

Sono muffe persistenti, dalla velocità di crescita e di moltiplicazione elevata, ogni 20-30 minuti producono spore che rilasciano nell’ambiente.

Queste muffe grigie, marroni, verde oliva e nere devono essere uccise ed eliminate immediatamente, per evitare danni alla salute e per evitare che colonizzino l’intera casa.

Le muffe nere e le muffe grigie, possono ancora, far parte del genere Alternaria.

Tipologia di muffa tipica degli ambienti esterni che cresce in luoghi ricchi di umidità e di polvere-sporcizia, sul terreno e sulle piante.

Le sue spore, trasportate dall’aria e dal vento, entrano nella tua casa, si depositano sulle pareti delle tue stanze e iniziano la loro crescita.

La muffa Alternaria viene trovata in più del 90% delle case che presentano situazioni di umidità elevata – con umidità elevata si intende percentuali di umidità al di sopra del 50-55%, soprattutto durante le stagioni fredde e in aree geografiche maggiormente a rischio.

La muffa alternaria è causa di asma che diviene cronica se non agisci in fretta eliminandola dai muri delle stanze, evitando che diffonda le sue spore nell’aria.

Se hai muffe tipicamente nero-grigie, significa che hai condizioni di umidità relativa in casa che vanno modificate e controllate durante tutto il periodo autunnale e invernale.

 

 

MUFFA BLU, VERDE O BIANCA

Le muffe blu e le muffe bianche sono comunemente appartenenti al genere Penicillium.

Hai ragione, le muffe penicillium sono state poco fa descritte nel gruppo delle muffe verdi.

Come puoi comprendere, non è possibile identificarle in modo preciso solo osservandone il colore, il rischio di prendere una cantonata è altissimo.

E hai nuovamente ragione se dici: “ma la penicillina ha qualcosa a che vedere con questa muffa penicillium?”

E’ proprio così, nello specifico è la muffa Penicillium chrysogenum dalla quale si ricava l’antibatterico più famoso al mondo.

E questo non vuol dire che se hai muffe grigie o muffe bianche sui muri allora puoi stare sereno che se sono del genere penicillium ti fanno bene!

Le muffe sono sempre tossiche; la penicillina è un derivato della muffa che viene lavorata e arricchita in laboratorio per essere così efficace contro le malattie.

Queste muffe si distribuiscono su pareti e sugli alimenti – questi ultimi possono essere fonte di diffusione delle spore nell’ambiente, che poi aderiscono sui muri.

Se tuo figlio è sensibile alle muffe, o se lo diviene perché le hai in casa, l’esposizione lo mette a rischio di diventare allergico alle muffe di penicillium, non potendo più stare né frequentare luoghi dove essa sia presente.

 

 

MUFFE GIALLE, NERE O VERDI

Le muffe gialle, nere o ancora le muffe verdi, possono appartenere con elevata probabilità alle muffe del genere Aspergillus.

Respirare queste muffe in ambienti chiusi quali la stanza da letto, il bagno e comunque una stanza della casa, espone a rischi respiratori sia il bambino, sia te.

Le persone, invece, che presentano problemi respiratori, patologie dell’apparato respiratorio o hanno un sistema immunitario sofferente, rischiano di ammalarsi di aspergillosi.

E’ una malattia grave delle vie respiratorie, che causa infiammazioni, sinusiti, tosse e mal di gola cronici.

Non ci sono antibiotici per questa malattia, perché quelli agiscono contro i batteri, e nulla possono contro le spore delle muffe.

Si arriva alla formazione nei polmoni di colonie di funghi.

Le stanze con questa tipologia di muffe gialle, nere o verdi, vanno sanificati e rese salubri immediatamente.

 

Esistono diverse e numerose tipologie di muffe gialle che crescono in casa, e tra queste si hanno

 

Mucor
Questa tipologia di muffa inizialmente si mostra di colore bianco o giallo, per poi diventare grigia.

La muffa mucor è una delle muffe a più veloce crescita ed è in grado di causare seri problemi di salute, tra i quali infezioni molto pericolose chiamate mucormicosi.

Le muffe in pratica invadono I vasi sanguigni rallentando e compromettendo l’apporto di sangue a organi e tessuti.

 

Epicoccum nigrum
Il colore della muffa Epicoccum nigrum varia dal giallo all’arancio, potendo diventare anche marrone chiaro.

Anche questo genere di muffa cresce molto in fretta e aderisce a qualsiasi superficie della casa, iniziando ad alimentarsi e proliferando su di essa.

La puoi vedere crescere su cartongesso, legno, materassi, tappeti, pareti e arredi verniciati.

 

“MUFFA” ROSA

La “muffa” rosa è tipica del bagno. Tra brevissimo ti spiego perché ho messo tra virgolette la parola muffa.

La vedi crescere tipicamente in questo ambiente sottoforma di alone scolorito bianco-rosa che ricopre piastrelle, linee di fuga e a volte anche tubi.

Non è propriamente una muffa, ma una colonia di batteri chiamati Serratia marcescens.

Li puoi notare crescere anche sulle saponette e su residui di shampoo.

Sono pericolosi perchè intaccano il Sistema urinario causando infezioni e anche il tratto respiratorio – ma sono infezioni derivate dall’utilizzo di cateteri o dispositivi medicali infetti.

 

 

MUFFA NERA (GRIGIO-NERA) MEGLIO CONOSCIUTA COME BLACK MOLD

La muffa nera è MOLTO pericolosa e patogena – in grado quindi di causare malattie serie, tanto da essere stata soprannominata “black mold”, la muffa che fa paura.

Questa muffa fa parte del genere Stachybotrys, e nella tua casa se fosse presente, sarebbe con altissima probabilità la Stachybotrys chartarum.

E’ una muffa che gradisce moltissimo le pareti con cellulosa e tutto quanto derivi dalla cellulosa, quindi dove ci sia carta e suoi derivati.

Cartongesso, libri, carte da parati, legno, materiali che usano cellulosa quale componente non vengono risparmiati.

E’ capace di indurre malattie e problemi di salute con conseguenze anche letali, soprattutto sui bambini e sulle persone con un sistema immunitario indebolito o compromesso.

Puoi rischiare danni importanti, quali la perdita di memoria, il collasso respiratorio ed emorragia polmonare.

Avendo necessità di elevata umidità, la sua crescita non è da escludere se la stanza o la tua casa soffre di percentuali di umidità troppo alte e non indicate per avere un ambiente salubre nel quale vivere.

Infiltrazioni, perdite di acqua, acqua di risalita, ristagni di acqua sono tutte potenziali “micce” per la comparsa e crescita della muffa Stachybotrys.

Quando noti muffe che formano chiazze nere, di diametro elevato, raggruppate e particolarmente maleodoranti, indifferentemente che sia questa muffa o un’altra, la prima cosa che devi fare è dotarti di un sistema di uccisione della muffa che ne distrugga le radici.

Che uccida tutte le spore e ti garantisca una sanificazione profonda e prolungata nel tempo.

Indispensabile, ovviamente, che risolvi a monte la causa della eccessiva umidità nella stanza e del continuo apporto di acqua sulla parete.

 

RICORDA che NON PUOI DIRE nè CAPIRE quale muffa sta crescendo sulla tua parete solamente guardandola.

E se lo fai, mentre cerchi di azzeccare quale genere di muffa sia – senza riuscirci di certo – lei agisce e rovina la salute di tuo figlio, intacca ed attacca il suo sistema immunitario, indebolendolo.

Anche il CDC americano (Centers for Disease Control and Prevention), afferma con forza e senza sosta che TUTTI I TIPO DI MUFFE SONO pericolose e tossiche, inducono malattie e aggrediscono le difese immunitarie di bimbi e adulti.

Non è indispensabile che tu scopri che tipo di muffa sta colonizzando e invadendo casa tua, è importante però che tu la affronti subito, la uccidi dalle radici, elimini uccidendo tutte le spore e rendi sana e salubre la stanza.

Inizia oggi stesso https://www.atumitalia.it/lotta-integrata/
clicca qui

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Privacy Policy