E’ arrivata l’ora di tinteggiare sopra la muffa (Ne sei davvero sicuro?)

La muffa lascia sulle pareti le sue odiose macchie.

Per non vederle più puoi solo darci sopra una pittura.

Qual è la pittura antimuffa migliore?

Tieni a mente che le muffe sono rimaste vive anche se hai utilizzato un antimuffa spray.

Pitturarci sopra nasconde la muffa viva sotto un paio di mani di colore.

Resta viva perchè il prodotto antimuffa (sapeva un odoraccio di cloro, di piscina, è così?) non penetra nelle microporosità della pittura e non distrugge le sue radici.

Sulle spore, inoltre, non agisce perchè non ti permette di bonificare la stanza.

Se la tua abitazione è stata costruita da pochi anni, la sorpresa di aver trovato macchie in qualche punto ti ha senza dubbio preso alla sprovvista.

C’è stata una causa specifica ed è molto probabile che la pittura antimuffa non la risolve.

La scelta di cosa applicare sulle pareti è bene la valuti con estrema attenzione e che ti rivolgi a chi può dimostrarti di avere un’adeguata formazione sulle muffe.

Se ti trovi in una o più di queste condizioni:

  • sulle pareti che fanno da perimetro c’è muffa
  • le finestre e le portefinestre fanno condensa o si appannano
  • il pavimento presenta acquetta in alcuni punti, soprattutto sugli angoli
  • armadi e mobili sono stati intaccati dalle muffe

è importante allora che ti prendi qualche momento e aspetti prima di acquistare una pittura.

Applica la pittura sbagliata e quella fornirà alle muffe nuovi nutrienti

Infatti, le radici che la pittura non è in grado di raggiungere rimangono vive e vitali.

La pittura deposita uno strato che loro riescono facilmente a superare.

Ti descrivo le principali tipologie di pitture per interni e il loro punto di forza e di debolezza.

PITTURA LAVABILE – SUPERLAVABILE

Una delle pitture più utilizzate e consigliate è la pittura lavabile, superlavabile, semilavabile.

Questo tipo di pittura si caratterizza per creare uno strato protettivo (detto film), una sorta di scudo all’umidità e all’acqua.
Scopo è:

  1. impedire all’umidità di penetrare
  2. permettere alla superficie di risultare facilmente pulibile

Purtroppo il materiale che crea questo film è resina, che le muffe possono utilizzare per nutrirsi, digerendola.

Inoltre, l’umidità dell’aria si posa su queste pitture senza essere assorbita, le mantiene umide permettendo a polvere e pulviscolo di aderire diventando ulteriore alimento per le muffe.

L’umidità che rimane sulla superficie fornisce alle muffe l’acqua di cui hanno necessità per germinare e proliferare senza interruzione.

PITTURA ANTIMUFFA

Il mercato è pieno di pitture antimuffa.

Dalle più economiche di bassa qualità, a quelle più costose che dovrebbero fornire garanzie maggiori.

Applicate sulle pareti senza essere riuscito ad abbattere la vitalità delle muffe arrivando nelle microporosità della pittura, risultano piuttosto inefficaci:

  • ti aiutano a nascondere le muffe, ma non ad eliminarle

Sotto le 2 mani di pittura la muffa cresce, si espande, colonizza tutta la superficie sottostante, ma tu non te ne accorgi.

La muffa è un fungo ed è dotata di radici sottilissime che si estendono molto più in là della macchia che vedi.

PITTURA TERMICA

In certi punti delle pareti accade che il calore interno viene facilmente disperso verso l’esterno per una incapacità dei materiali lì presenti di trattenerlo, di “respingerlo”.

Il risultato è che la parete si raffredda molto velocemente e permette al vapore acqueo dell’aria di inumidire la parete (nei casi più gravi di bagnarla).

Le pareti che confinano con l’esterno dell’abitazione possono essere:

  • non isolate termicamente
  • poco isolate termicamente
  • non correttamente isolate termicamente

Evitare questo fenomeno è certamente importante e la pittura termica vuole aiutarti in questo.

Esiste un però: non ha alcun effetto fungicida e sporicida.

Applicata sopra le muffe vive e vitali, il risultato non sarà quello che stai cercando, la tua delusione sarà enorme.

E’ questione di tempo:
superata la barriera fisica della pittura termica
le muffe scoppieranno senza pietà.

PUOI METTERE UNA PITTURA SOPRA LE MUFFE?

Agire correttamente contro le muffe significa disporre di quegli strumenti che ti permettono di distruggere:

  1. le muffe superficiali
  2. le loro spore tossiche – i semi delle muffe
  3. le loro radici nelle microporosità – le ife

presenti su tutte le superfici all’interno della stanza dove cresce muffa, non importa che le macchioline siano poche (la stanza è tutta contaminata).

Mettere una pittura sopra muffe ancora vive è uno sbaglio che non ti suggeriamo di commettere.

 

COSA FARE PRIMA DI APPLICARE PITTURE SULLE PARETI DOVE C’E’ MUFFA

Le stanze necessitano di una protezione completa.

E’ necessario che riesci ad ottenere una condizione di zero contaminazione nell’ambiente.

Questo risultato è possibile solo se disponi di un sistema che ti permette di trattare tutte le superfici murarie e non della stanza.

Fintanto che non raggiungi le radici delle muffe nelle microporosità dei materiali, il rischio che la muffa torni a spuntare da sotto la pittura è reale.

Ciò di cui hai bisogno è un prodotto funzionale specifico che ti permette di proteggere in modo continuativo e “automatico” le pareti e il soffitto, creando un ambiente inadatto alla loro crescita e sopravvivenza.

Solo in questo modo sei in grado di raggiungere un livello di protezione e di prevenzione elevatissimo contro le muffe.

La lotta integrata alla muffa è un sistema nato e sviluppato per permetterti di eliminare la muffa e non semplicemente nasconderla.

Lo fa senza tossicità, senza uso di principi chimici aggressivi, pericolosi, corrosivi e dal puzzo insopportabile.

Contatta un esperto Atum, compila il questionario di analisi della tua situazione di muffa

Guarda questo video:

COSA PUOI FARE CONTRO LE MUFFE, ADESSO?

Contatta un esperto Atum, compila il questionario di analisi della tua situazione di muffa

 

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Privacy Policy