E’ arrivata l’ora di tinteggiare sopra la muffa (Ne sei davvero sicuro?)

La muffa lascia sulle pareti le sue odiose macchie e qualche rimedio lo dovrai pur prendere.

Il suggerimento che viene dato è quello di tinteggiare con una pittura antimuffa così da nascondere le macchie.

Questa azione ha come risultato, però, una nuova formazione di muffe che si estendono di più rispetto a quanto accadeva in principio.

E pensare che il risultato che ti aspettavi era ben diverso, dovevano non tornare più!

Se la tua abitazione è di recente costruzione (quindi non dovevano di certo comparire le muffe), la sorpresa di averla trovata sugli angoli delle stanze, lungo i battiscopa o dietro un armadio nuovo, ti ha senza dubbio preso alla sprovvista lasciandoti incredulo (e anche un poco arrabbiato).

E’ bene che tu sappia che la presenza continua di muffe sulle pareti ha sempre una causa precisa che la pittura antimuffa non può in alcun modo risolvere.

La scelta di cosa applicare sulle pareti delle stanze dove è cresciuta muffa deve essere valutata con estrema attenzione, deve essere guidata da un esperto e non da un venditore di pitture (non hanno ricevuto una formazione adeguata e vendono sempre e solo le stesse pitture a chiunque).

Se ti trovi in una o più di queste condizioni:

  • sulle pareti che danno all’esterno c’è muffa
  • le finestre e le portefinestre fanno condensa sui vetri e sugli infissi
  • il pavimento presenta condensa in alcuni punti soprattutto sugli angoli
  • armadi o mobili sono stati intaccati dalle muffe che sono cresciute sulla schiena (forse sono cresciute anche all’interno)

è importante allora che ti blocchi per qualche momento e aspetti prima di acquistare una pittura.

Applicare il prodotto sbagliato avrà come conseguenza il fornire alle muffe nuovi nutrienti e creare le condizioni ideali per la loro crescita.

Infatti, le radici che la pittura non è in grado di raggiungere e le spore  rimangono vive e vitali.

La pittura in due mani che le riveste fa da strato protettivo che loro riescono facilmente a superare perchè, invisibilmente, durante la primavera-estate continuano a crescere per superare quello spessore di colore.

Cosa è necessario che tu sappia sulle pitture che ti verranno proposte, sia che tu vada in negozio, sia che un artigiano imbianchino venga a casa tua.

PITTURA LAVABILE – SUPERLAVABILE

Uno dei suggerimenti forse più diffuso e purtroppo meno adatto avendo muffa nelle stanze, è l’utilizzo di una pittura lavabile, superlavabile, semilavabile.

Il primo motivo è perchè creano dei film, una sorta di scudo all’umidità e all’acqua.
Scopo è:

  1. impedire all’umidità di penetrare
  2. permettere alla superficie di risultare facilmente pulibile

Purtroppo il materiale che crea questo film è resina, che le muffe utilizzeranno per nutrirsi, digerendolo per mezzo di sostanze da loro prodotte – sono acidi ed enzimi – che letteralmente disgregano le resine.

Inoltre, l’umidità dell’aria si posa su queste pitture senza essere assorbita, le mantiene umide (addirittura bagnate) permettendo a polvere e pulviscolo di aderire diventando ulteriore alimento per le muffe.

L’umidità che rimane sulla superficie fornisce alle muffe l’acqua di cui hanno necessità per germinare e proliferare senza interruzione.

PITTURA ANTIMUFFA

Il mercato è pieno di pitture antimuffa.

Dalle più economiche di bassa qualità, a quelle più costose che dovrebbero fornire garanzie maggiori e che promettono l’eliminazione delle muffe per anni.

Applicate su pareti che presentano colonie da mesi o addirittura anni, portano ad un solo risultato:

  • nascondere le muffe anzichè ucciderle

Sotto le 2 mani di pittura la muffa cresce, si espande, colonizza tutta la superficie sottostante, ma tu non te ne accorgi.

Il motivo sta nel fatto che nelle microporosità le radici delle muffe rimangono vive.

Ti è capitato di raccogliere un fungo? (se non lo ha fatto ne avrai certamente comprati di freschi).

Hai visto quindi le radici che ha, che poi tagli via nel pulirlo e prepararlo per la cottura.

La muffa è un fungo, quindi è dotata di radici simili a quelle dei funghi, ma sono enormemente più estese e ramificate.

E ancora, crescono sempre da sotto:

che sia la terra o la pittura il comportamento non cambia.

La pittura antimuffa non distrugge le radici, anzi alimenta con l’acqua che contiene e con altre sostanze quanto di vivo è presente sotto di essa.

PITTURA TERMICA

E’ una delle proposte “risolutive” che sta prendendo sempre più piede.

In certi punti delle pareti accade, per motivi strutturali, che il calore interno viene facilmente disperso verso l’esterno per una incapacità dei materiali lì presenti di trattenerlo, di “respingerlo”.

Il risultato è che la parete si raffredda molto velocemente e permette al vapore acqueo presente nell’aria della stanza di condensare quando entra in contatto con quella superficie.

Le pareti che confinano con l’esterno dell’abitazione possono essere:

  • non isolate termicamente
  • poco isolate termicamente
  • non correttamente isolate termicamente

Evitare questo fenomeno è certamente importante e la pittura termica vuole avere questa funzione.

Esiste un però:
se viene applicata sopra delle muffe vive e vitali, il risultato non sarà quello che stai cercando, la tua delusione sarà enorme.

E’ questione di tempo:
superata la barriera fisica della pittura termica…

… le muffe scoppieranno senza pietà.

Non ci soffermiamo molto sulle caratteristiche “tecnologiche” di queste pitture dato che l’intento ora non è questo.

Ma vogliamo portare alla tua attenzione un aspetto:
le sfere di vetro e le sfere di vetro cave sono una tecnologia sorpassata, poco efficace e per nulla efficiente.

Dalle verifiche che abbiamo eseguito, stendere 2 mani di quelle pitture non apporta il vantaggio che ti aspetteresti se hai muffa che è cresciuta.

Forse 9-10 mani potrebbero dare un risultato!

Rimane inteso che la muffa che non è stata completamente uccisa vive sotto di esse, si riproduce, rilascia le molecole tossiche, irritanti, nocive per la salute soprattutto dei bambini.

E se tutto questo non bastasse, non ha alcun effetto fungicida e sporicida.

PUOI METTERE UNA PITTURA SOPRA LE MUFFE?

Agire correttamente contro le muffe significa disporre di quegli strumenti che ti permettono di distruggere:

  1. le muffe superficiali
  2. le loro spore tossiche – i semi delle muffe
  3. le loro radici – le ife

presenti su tutte le superfici all’interno della stanza dove cresce muffa, non importa che questa sia poca o tanta.

Mettere una pittura sopra le muffe che sono ancora vive è uno sbaglio che non ti suggeriamo di commettere.

Fare molti strati di pittura perchè così forse fa più effetto è anche questa una operazione che non ti suggeriamo di eseguire nè di fare eseguire se volessi rivolgerti ad un imbianchino.

Dati i limiti sopra descritti, più ne metti e più nutrienti fornisci alle muffe.

Il supporto si inumidisce in modo eccessivo e tutta quell’acqua permetterà la proliferazione di colonie più aggressive ed estese rispetto a quanto accadeva prima.

 

COSA FARE PRIMA DI APPLICARE VERNICI SULLE PARETI DOVE C’E’ MUFFA

Le stanze necessitano di una protezione completa.

E’ necessario che riesci ad ottenere una condizione di zero contaminazione nell’ambiente.

Questo risultato è possibile solo se disponi di un sistema che ti permette di trattare tutte le superfici murarie e non della stanza contaminata da muffa.

Fintanto che non raggiungi le radici delle muffe nelle microporosità dei materiali eliminandole, il rischio che la muffa torni a spuntare da sotto la pittura è reale.

Ciò di cui hai bisogno è un prodotto funzionale specifico che ti permette di proteggere in modo continuativo e “automatico” le pareti e il soffitto, creando un ambiente inadatto alla loro crescita e sopravvivenza.

Solo in questo modo sei in grado di raggiungere un livello di protezione e di prevenzione elevatissimo contro le muffe.

La lotta integrata alla muffa è un sistema nato e sviluppato per evitare che prodotti inadatti ad uccidere le muffe continuino a farti penare mettendo a rischio la salute dei tuoi figli.

Lo fa senza tossicità, evitandoti di utilizzare prodotti contenenti principi chimici aggressivi, pericolosi, corrosivi e dal puzzo insopportabile che, oltretutto, risultati non ne danno.

Proteggere le pareti in modo continuativo, con la sicurezza di non liberare nelle stanze e nella cameretta del bimbo sostanze volatili dannose per la sua salute è il completamento del corretto agire contro le muffe.

La lotta integrata alla muffa eseguita dai prodotti Atum ti affianca nell’agire correttamente contro le muffe, avendo a cuore la tua salute e quella di tuo figlio, ma non avendo pietà nei confronti delle muffe.

COSA PUOI FARE CONTRO LE MUFFE, ADESSO?

Contatta un esperto Atum, compila il questionario di analisi della tua situazione di muffa

 

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Privacy Policy