I 3 segreti per togliere la muffa in casa

Sconfiggere le muffe può essere un’operazione assai difficile, che diventa impossibile se non disponi degli strumenti adeguati.

Le muffe nella tua casa entrano continuamente perchè trasportate dall’aria esterna, dagli abiti che indossi, dalle suole delle scarpe…

Essendo la casa un ambiente delimitato e chiuso, la loro concentrazione (è stato dimostrato con test eseguiti da diverse università) è nettamente maggiore a quella che si registra all’aperto.

Essendoci in casa numerosissime superfici sulle quali si possono appoggiare, le muffe trovano molto più “terreno” utile alla loro crescita di quanto avviene nell’ambiente esterno.

Inoltre trovano nell’ambiente una quantità di antagonisti (altri organismi che impediscono alle muffe di crescere e replicarsi) nettamente maggiore di quanti ce ne sono in casa tua.

L’antagonismo tra esseri viventi in natura è una delle primissime difese naturali che si sono evolute per permettere la sopravvivenza di un organismo a discapito di un altro.

Sull’argomento antagonismo naturale ci torno tra pochissimo, ora vediamo quali sono i 3 segreti per togliere la muffa da casa senza dover usare bombe chimiche di distruzione di massa.

#1 Impara a conoscere il nemico per prevederne le mosse

Se non hai idea di come proliferano le muffe difficilmente potrai sconfiggerle.

Ci sono 3 elementi fondamentali per la crescita delle muffe, il primo dei quali è la causa scatenante la loro proliferazione:

  1. umidità e vapore acqueo
  2. nutrimenti
  3. temperatura adeguata

Le muffe, che appartengono alla specie dei funghi si riproducono in modo sessuato o asessuato, e comunque il risultato è la formazione di SPORE.

Queste possono venire paragonate al polline delle piante che viene disperso e permette di far nascere nuove piante.

Tu non puoi vederle ma le spore sono sicuramente presenti in casa tua depositate un po’ ovunque, soprattutto sulle superfici porose.

Le concentrazioni più alte si hanno sui muri per alcune ragioni:

  • i muri difficilmente vengono puliti e sgrassati
  • le pitture e i materiali sono assai porosi e li si insinuano le spore
  • i muri hanno grandi superfici che raffreddandosi creano condensa che aumenta l’umidità indispensabile per la loro proliferazione

Sai ora, quindi, che le muffe e le loro spore (mezzi usati per diffondersi sui muri e infestare zone sempre più ampie) hanno dei punti deboli che puoi sfruttare per difenderti.

  • Arieggia le stanze il più possibile anche in inverno, così diminuisci la concentrazione di muffe e spore.
  • Riduci il più possibile l’umidità della casa, soprattutto nelle stagioni fredde nelle quali sui muri si forma più facilmente condensa e l’umidità interna (si chiama Umidità Relativa) sale di molto.
  • Pulisci anche le pareti quando fai le pulizie di casa, magari usando l’aspirapolvere e aspirandole.
  • Sgrassa e detergi i muri:
    è un’operazione faticosa e delicata me ne rendo conto, e se non disponi di uno sgrassatore specifico in grado di togliere GRASSO E SPORCO IN PROFONDITA’ senza rovinare il colore e la pittura non puoi riuscirci.

Se hai infiltrazioni di acqua nelle pareti purtroppo per te non c’è molto da fare.

Hai bisogno di risolvere la causa delle infiltrazioni (umidità di risalita dal pavimento e dalle fondamenta, tubi che perdono, fori sui muri esterni, etc…).

Solo un intervento strutturale può permetterti di creare la base di partenza corretta per poterti liberare delle muffe, altrimenti le possibilità che hai di farcela sono nulle.

#2 Non dare da mangiare alle muffe

Il secondo punto fondamentale di cui nessuno ti parla è il come le muffe si alimentano, ricavano le sostanze nutritizie necessarie per crescere e moltiplicarsi.

Tu non lo sai ma nelle abitudini quotidiane del tuo vivere in casa fornisci continuamente sostanze utili alle muffe per alimentarsi.

Dopo l’acqua, loro hanno bisogno di nutrimenti per crescere e li trovano prevalentemente da sostanze organiche (legno, carta, cuoio, residui degli acari della polvere, etc…) ma in mancanza di queste li ricavano anche da quelle inorganiche (colle, siliconi, pitture e vernici, etc…).

Una delle sostanze più impensabili che è presente in molte case è la nicotina.

Fumare deposita catrame e nicotina e altro che di cui le muffe possono nutrirsi.

Il modo in cui ricavano nutrimento da queste sostanze inorganiche è facendo uso di enzimi:
questi digeriscono quanto presente sulla parete che diventa cibo sempre disponibile per le muffe.

In inverno spesso sopra i termosifoni si crea un alone scuro:
quelle sono polveri alzate dall’aria calda del termosifone che vengono trattenute dalle porosità delle pitture.

E ancora che aderiscono al muro in seguito alla formazione di condensa durante le ore in cui il calorifero è freddo.

Non è così difficile trovare muffe che crescono indisturbate dietro il calorifero!

La riproduzione della muffa tramite le spore trova un canale di diffusione perfetto nell’aria calda del termosifone:
quell’aria letteralmente le sparge ovunque e colonizzeranno la parete (o le pareti).

In quella dove si presentano tutte e 3 contemporaneamente le condizioni necessarie per la loro crescita e moltiplicazione verrà infestata.

Quindi il secondo segreto per sconfiggere le muffe in casa è avere pareti sgrassate e deterse a fondo, usando un prodotto che NON LASCI residui che le muffe possono trasformare in nutrimento.

Non ce ne sono attualmente in commercio, è per questo che le pareti di casa tua hanno ancora la muffa e tu stai leggendo queste mie righe!

#3 Non usare la bomba chimica: non è efficace e usata in piccole aree non ha alcun effetto

I prodotti antimuffa che trovi nei negozi (ferramenta, fai-da-te, colorifici, etc…), gli antimuffa commerciali sono un’arma che ha effetti devastanti su tutto, anche sulle muffe non ti dico mica di no…
…c’è un IMPORTANTISSIMO “MA”
(continua a leggere)

Sono bombe chimiche che utilizzi su specifiche aree della parete: l’angolo in alto che è punteggiato di muffe nere assai pericolose e tossiche.

L’angolo in basso subito sopra il battiscopa o a ridosso dell’infisso della finestra o portafinestra.

Sulle fughe del bagno che si anneriscono più velocemente della luce.

In quanto bombe chimiche usano sostanze altamente tossiche (osserva l’etichetta e noterai di certo segnali di morte e pericolo), che utilizzi sulla parete e poi lasci li pensando che non facciano nulla.

Invece hanno potenziale effetto tossico per te e chi vive nella stanza dove li hai usati, e hanno effetto NUTRIENTE per le muffe che non sono riusciti a distruggere.

Se la tossicità per te è alta, l’effetto sulle muffe invece è praticamente nullo.

Infatti:

  • le può avere semplicemente sbiancate se è costituiti da ipoclorito di sodio (la varechina per intenderci)
    questa sostanza è INUTILE se usata su superfici porose e ruvide, è stato dimostrato da molteplici test scientifici
  • le può avere uccise in superfici (sali quaternari di ammonio) ma non ha potuto fare nulla in profondità dove stanne le radici
  • nessuna delle due sostanze qui sopra può nulla contro le spore il “seme” delle muffe

Tu spari quindi una bomba chimica trattando un’area assai limitata, spesso solo dove vedi che ci sono le macchie;
crei un effetto collaterale “onda d’urto” che lascia il segno sulle pitture in superficie, ma all’interno della parete tutto resta invariato.

Inoltre le sostanze residue che rimangono dove hai spruzzato fanno da alimento per le spore e le radici delle muffe, intossicando tuo figlio e te.

Cosa assai più grave che è NECESSARIO tu conosca è che attorno a quell’area non avrai sortito alcun effetto!!!

Tutte le muffe invisibili che lì ci sono (e ci sono sicuramente credimi!) godono ancora di perfetta salute e di li a poco iniziano a proliferare e macchiarti le pareti e impuzzolentirti la stanza.

Come faccio a togliere le muffe in casa se fino ad ora non ci sono riuscito?

Abbiamo eliminato la chimica tossica per avere solo ciò che serve: l’antimuffa naturale.

  • Niente più candeggina tossica e inefficace
  • Niente più ricomparse dopo poche settimane
  • Niente più idee di fare lavori di muratura e rivestimenti costosi

E’ nato ATUM basato sulla LOTTA INTEGRATA ALLA MUFFA che fa uso di lieviti naturali antagonisti delle muffe per annientarle dall’interno.

E’ il principio dell’antagonista naturale:
un elemento che spontaneamente in natura è in grado di contrastare e sconfiggere le muffe viene utilizzato per darti lo stesso risultato sulle pareti di casa.

Lo stesso principio sul quale si basa l’agricoltura integrata, che usa insetti che si alimentano dei parassiti delle piante per evitare che queste si ammalino, senza sconvolgere e modificare i cicli naturali.

Ottieni adesso pareti prive di muffa e muri immunizzati contro le muffe!
https://www.atumitalia.it/lotta-integrata/

 

Buona lotta contro la muffa!

Alla prossima
Denis

Privacy Policy