Perchè c’è muffa dietro l’armadio

Un problema molto diffuso: la muffa dietro l’armadio

Quando ti trovi in una stanza e senti freddo, quello che puoi fare per scaldarti è accendere una stufetta.

Il flusso di aria calda che ti raggiunge ti scalda e tu stai bene.

Ma se tra te e la stufetta metti un pannello di legno, torni ad avere freddo.

Il pannello blocca l’aria calda.

La stessa cosa accade alla parete dietro l’armadio.

Aimè, 9 volte su 10 l’armadio poggia sulla parete a Nord, quella più fredda (o se non è il Nord, è la parete perimetrale, che confina con l’esterno).

Si crea la condizione ideale per le muffe, che in sole 48-72 ore iniziano a crescere.

E se questo non bastasse, lo schienale del mobile è fatto di un materiale perfetto per far crescere le muffe.

Hai già spostato l’armadio dalla parete e sullo schienale hai trovato muffe da far paura?

foto muffa dietro l'armadio

La parete più fredda in inverno crea condizioni ideali per la crescita delle muffe che crescono in tempi velocissimi e si espandono su tutta la superficie, sia dell’armadio, sia della parete.

Anche se ti sembra che non ci sia molta umidità nella stanza, sappi che dietro l’armadio tutto cambia.

La temperatura più bassa sulla parete fa aumentare sempre più il pericolo che si formi la condensa, anche sullo schienale dell’armadio.

E la cosa ancor più grave è che non serve la condensa perchè le muffe crescano senza problemi:
il 70% di umidità sulla parete “abbevera” le muffe, le stimola a crescere.

Ecco perchè si diffondono moltissimo e in modo davvero veloce, nonostante tutti gli antimuffa e le pitture che ti hanno suggerito di usare.

 

Cosa puoi fare

Innanzitutto stacca l’armadio di almeno 8-10 cm dalla parete.

Questo è un consiglio molto importante, so che potresti ritenerlo scontato, ma credimi non lo è.

Il flusso di aria calda è necessario arrivi anche dietro il mobile nel modo più costante possibile.

Staccando l’armadio non uccidi le muffe, ma migliori quelle condizioni che adesso sono in forte squilibrio.

Solo facendo questo qualcuno nota un miglioramento, è indubbio che le muffe devono venire trattate per abbattere la loro vitalità.

La miglior cosa è che sposti l’armadio posizionandolo di fronte ad una parete interna (una che confina con un’altra stanza).

Inoltre, lo schienale dell’armadio:

  • è importante lo tratti così da abbattere la vitalità delle muffe presenti
  • oppure che lo elimini nel caso sia stato compromesso in modo irrimediabile

Buttare un pannellino di materiale è preferibile all’avere muffa che distrugge tutto il mobile, che colpisce i tessuti e gli abiti, che dovrai buttare via.

In secondo luogo, tratta tutto l’armadio, all’esterno e all’interno dato che le spore delle muffe e le ife penetrano e si posano ovunque.

Un risultato ottimale lo ottieni utilizzando il Kit Atum.

Dopo solo poche ore dal termine delle attività sentirai l’odore della muffa diminuire… fino a sparire.

Avviene perchè hai ucciso le muffe.
E quindi hanno smesso di rilasciare le loro sostanze puzzolenti.

Altra importantissima azione da fare riguarda la parete:
anche quella è stata aggredita dalle muffe sebbene potresti non vederle e ha bisogno di essere trattata.

Raggiungi, quindi, le radici delle muffe nelle microporosità della pittura.

Un errore che spesso viene commesso è di sbiancare le macchie di muffa con la varecchina (la candeggina) e poi nascondere la muffa sotto una pittura antimuffa.

Tu che vuoi risolvere il problema e fare in modo che la muffa non torni più, contattaci, verifichiamo assieme a te telefonicamente la situazione.

Descrivi e racconti al tecnico Atum la situazione in modo tale da comprendere cosa è necessario fare in modo specifico per te.

Compila il questionario:

Cosa fare per Eliminare la Muffa: questionario di analisi

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Privacy Policy