Il trattamento benessere per le tue pareti ammuffite!

Questi mesi sono quelli durante i quali si intensifica la prenotazione nei centri estetici e nelle beauty spa – ci si vuole far belli e si vuole essere in forma per essere alla grande.

Elisa è giovane e ha una figlia.
​Ha il suo lavoro a tempo pieno e il marito pure. Molto impegnati, si ricavano il tempo per un po’ di attività sportiva per prendersi cura di loro stessi.

Diventano a tutti gli effetti un modello anche per la loro bimba:
vedere i genitori giovani, attenti alla loro forma fisica e al loro aspetto, la porterà di certo ad apprendere che è importante per lei farlo. Oltre che piacevole.

Sanno bene cosa fare, come prendersi cura di loro stessi e hanno ben presenti i risultati che derivano da questo loro impegno.

Un fisico allenato è reattivo e rimane giovane più a lungo; loro prevengono l’insorgenza di problemi fisici legati all’essere troppo sedentari e riescono a dare tutte le attenzioni necesasrie alla loro figlia.

Elisa e il marito non vogliono che la figlia li veda sofferenti per una loro pigrizia nell’essersi presi cura di se stessi.

Se si rovinano loro, verrà rovinata anche la salute della loro bimba.

Prenderti cura di te stesso è una mossa vincente, e lo fai anche curando l’ambiente in cui vivi, gli spazi dove trascorri la maggior parte del tempo.

E dove il tuo bimbo trascorre gran parte della sua giornata e della sua vita:

la sua camera da letto.

Come il nostro corpo fatto di cellule e tessuti si ammala e invecchia velocemente se non te ne prendi cura e lo difendi, facendo prevenzione tutti i giorni, lo stesso accade alle stanze e alle pareti.

Ora ti insegno un trucco:
come tenere in forma le pareti delle stanze, fare in modo che non si indeboliscano e di riflesso ti facciano star male, senza bisogno che tu faccia fisicamente qualcosa che toglie tempo alle tue attività.

Avere della muffa, anche poca, su una o più pareti della stanza, fa male alla salute del bambino e rovina la parete in modo serio

E’ necessario, quindi che

  • ti adoperi per eliminarla agendo in profondità
  • interrompi i trattamenti temporanei che si basano su antimuffa da negozio e da fai da te
  • smetti di utilizzare metodi improvvisati
  • abbandona gli antimuffa commerciali tossici che sbiancano e non uccidono le muffe

C’è un sistema ben preciso per eliminare la muffa e fare in modo che tutti i giorni la stanza sia protetta in modo atossico.

Seguimi nella mia spiegazione, ti dirò tutto nel dettaglio.

COME INIZIARE A FAR STAR MEGLIO LE PARETI AMMUFFITE

E’ fondamentale detergerle, pulirle a fondo, liberare le microporosità e le microfessurazioni della pittura.
Le muffe sono proprio lì dentro, riempiono quei buchetti e li tappano, proteggendo così le radici che stanno sotto – il micelio vegetativo, costituito da ife.

Sono piccolissime, microscopiche e stanno rintanate lì sotto. Se usi un antimuffa non le raggiungerai mai, sbianchi solo un poco in superficie.

In quegli spazi microscopici candeggina e antimuffa commerciali non arrivano.

Inoltre, smettono di avere un loro effetto sanificante quando vengono a contatto con la parte superficiale delle muffe.

La prima cosa da fare, quindi, è detergere liberando quei microfori.

Fra non molto ti svelerò come riuscirci.

LIBERATE LE POROSITA’ E LE MICROFESSURAZIONI, DISTRUGGI TUTTA LA MUFFA

Questa è la parte FONDAMENTALE che manca a qualsiasi prodotto antimuffa che conosci – o di cui ti parlano – e che hai provato fino ad oggi.

Distruggere le radici della muffa sotto lo strato di pittura è il solo corretto modo di sanificare completamente la stanza.

Fintanto che non arrivi li sotto, fintanto che anche solo una radice sarà viva, la muffa resterà viva!

Coprire la muffa ancora viva significa ritardare la sua comparsa.

Spesso, inoltre, contengono sostanze tossiche per la salute, che stendi sul muro e vengono liberate lentamente per anni, facendo male alla salute del bimbo.

Sono igienizzanti con sigla MI/MIC (metilisotiazolinone, e clorometilisotiazolinone sono i loro nomi difficili).
I ministeri della salute li hanno riconosciuti come irritanti per la pelle, sono tossici.

Inoltre, per avere una parete in grado di prevenire tutti i giorni per anni la comparsa di muffa, è indispensabile che sia protetta continuamente.

Come fare sport e andare al centro estetico per Elisa e il marito serve per rimanere forti, belli e in forma, così il muro ha bisogno di chi lo fa rimanere protetto e in grado di uccidere le muffe e i loro semi – le spore – costantemente.

Il sanificante antifungo e antimuffa deve essere di lunga durata per tenere protette le pareti e prevenire la riformazione della muffa.


SECONDO PASSAGGIO: DIFENDI LA SUPERFICIE DELLE PARETI

Questo è “l’esercizio fisico” che fai fare alle pareti tutti i giorni e tutte le ore senza che tu debba dedicarci del tempo.

L’azione da fare che fra poco ti descrivo, è la “palestra” delle tue pareti.

Le difendi contro gli attacchi delle spore e delle muffe che ogni giorno potrebbero tornare a crescere.

Per ottenere l’effetto di difesa, è importante che il prodotto da utilizare abbia queste caratteristiche:

 

  • sia un prodotto in grado di modificare il pH della superficie
  • sia un prodotto con capacità antibatteriche senza usare sostanze chimiche nocive
  • sia un prodotto con azione antifungo-antimuffa duratura nel tempo
  • sia un prodotto in grado di creare un abiente inadatto alla crescita delle muffe
  • sia un prodotto in grado di ridurre al minimo o annullare gli sbalzi di temperatura sulla parete – i famosi ponti termici
  • sia un prodotto privo di elementi chimici nocivi – VOC – che vengono rilasciati nell’aria continuamente – no formaldeide, no voc, no solventi

 

Difendi la salute dei tuoi figli, mantieni salubre la camera e le stanze che adesso sono interessate dalla presena di muffa.

Non lasciare che le cose indesiderate accadano, oggi hai la possibilità di evitarlo clicca qui!

Alla prossima!

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Privacy Policy