Come riesci ad uccidere le muffe dalle radici

Tu oggi puoi uccidere le muffe e le loro spore, cosa che, invece, i prodotti antimuffa che ti hanno venduto non sono riusciti a fare.

La loro mancanza di efficacia è dimostrata dalle macchie di muffa che ancora crescono sulle pareti, sugli angoli, che non abbandonano la stanza e che continuamente ti trovi a dover trattare.

Le muffe sono molto di più di una semplice macchia sulla quale:

  • spruzzare un prodotto
  • lasciarlo agire
  • vivere con la speranza che tutto si sia risolto

Saremmo tutti contenti se fosse così.

Ahimè è tutta un’altra storia.

Ti metto di fronte alla realtà che non ti farà piacere, ma meglio essere diretti e sinceri anche correndo il rischio di risultarti poco simpatico.

La muffa deve essere sconfitta e non deve tornare, lascia l’idea del facile, economico e miracoloso ai venditori di fumo (e per me essere simpatico ha pochissima importanza rispetto all’aiutarti nel difendere la tua salute e quella di tuo figlio).

P.S.: comunque non sono un ragazzo antipatico 🙂

Qui si tratta della salute di tuo figlio, messa gravemente in pericolo, e del tuo portafoglio che si sgonfia.

  • La muffa inizialmente è sempre invisibile e microscopica
  • Le pitture hanno microporosità perfette dentro le quali lei si nasconde
  • Sulla pittura si deposita sempre dello sporco che nutre le muffe
  • Nell’aria c’è sempre umidità in eccesso che alimenta le muffe

Sbaglia il modo di agire contro le muffe e puoi dire addio alla possibilità di ottenere qualche risultato.

Ti sarai reso conto che dopo l’utilizzo dell’antimuffa spray il bianco e il pulito che hai ottenuto è durato per pochissimo tempo.

E che, anzi, la muffa si è ingrandita anzichè smettere di crescere.

Ancora, passare uno straccio sul quale hai spruzzato un antimuffa (o ancor peggio che hai bagnato con semplice acqua) significa stendere le spore tutt’attorno anche lì dove non ce n’erano.

Ecco perchè la macchia si è ingrandita.

PERCHE’ LA MUFFA CRESCE SULLE PITTURE?

La muffa è un microorganismo con delle necessità molto semplici.

Per prima cosa ha bisogno di umidità e poi di nutrienti.

Quando nelle stanze l’umidità sale troppo e supera il livello di sicurezza… le muffe iniziano a crescere.

Bastano solo 48 ore.

Le pitture sono composte da elementi di cui le muffe vanno ghiotte (es. la cellulosa) e presentano sempre del pulviscolo invisibile e dei pollini depositati, che fanno da nutrienti per le muffe.

“Ho capito, allora come posso fare?”

Per prima cosa se hai muffa sulle pareti o anche sui mobili, evita di strofinare con uno straccio o una spugna anche se stai usando un antimuffa.

E’ importante prima di tutto comprendere cosa sta accadendo nella stanza, analizzare il livello di gravità della situazione e solo dopo elaborare il corretto piano di azione.

Per arrivare alle ife delle muffe nelle microporosità, devi avere la certezza di poter eseguire la corretta azione iniziando dal trattarle in superficie, e che prevede di:

  • agire per iniziare a disgregare le muffe
  • distruggere la barriera protettiva che le difende dagli attacchi dei prodotti chimici
  • penetrare nei micropori e andare a eliminare le ife

Trattare tutte le superfici della stanza è altro aspetto necessario per te da eseguire.

Questo è il metodo corretto di fare contro le muffe.

E per tua sfortuna l’antimuffa chimico non è in grado di far fronte nemmeno ad uno dei punti qui sopra elencati.

Il Sistema Atum è stato ideato per agire partendo dalla superficie (lì dove il prodotto antimuffa chimico si annulla) per raggiungere poi le radici delle muffe nelle microporosità della pittura ed eliminare le spore.

Lo sapevi che è sufficiente una macchia di muffa della dimensione dell'interruttore della luce per riempire di spore tutta la stanza?

COME AGISCE IL SISTEMA CHE TI AIUTA CONTRO LA MUFFA

Il cuore pulsante è costituito da due prodotti liquidi che utilizzi senza dover chiamare un professionista o un’impresa:

    1. Antago:
      è il prodotto che abbiamo sviluppato utilizzando i lieviti, i funghi “buoni” e che abbiamo lavorato in modo tale da poter essere interamente biodegradabili.
      Sono in grado di raggiungere e unirsi ai funghi “cattivi” – le muffe – perché riconosciuti come loro simili.
      Le molecole di Antago si legano a quelle delle muffe, iniziando a disgregarle e incapsulano le spore.
    2. Dedalo:
      è l’esecutore fisico dell’eliminazione delle ife e delle spore ovunque esse si trovino nella stanza.
      Va sempre usato dopo Antago.
      Le muffe e le spore oramai sono state raggiunte e indebolite. Dedalo apporta un danno mortale irreversibile sulle pareti cellulari delle spore e le lascia senza scampo.
      E se non bastasse, penetra nelle microporosità della pittura occupate dalle radici delle muffe.
      L’azione profonda all’interno coinvolge l’intera colonia… colpita al cuore.

Sono entrambi prodotti:

  • atossici
  • inodore
  • privi di rischi per le persone e l’ambiente
  • che non rilasciano sostanze volatili VOC
  • compatibili con la pelle (addirittura per il contatto con le mucose)
  • biodegradabili al 100% in 92 ore
  • da utilizzare su qualsiasi materiale (ad eccezione di libri, riviste e apparecchi elettronici in tensione)

Sono studiati per essere utilizzati da chiunque tramite il “fai-da-te”, che ti fornisce massima libertà organizzativa e sicurezza nell’esecuzione.

Chiedi oggi stesso che il tuo problema venga valutato da un esperto nella lotta alla muffa:

compila il questionario di analisi senza alcun obbligo successivo da parte tua!

Un nostro esperto ti contatterà per raccogliere le necessarie informazioni – e te ne fornirà molte a te su come agire contro le muffe.

Compila il questionario iniziale Non ti obbliga a nessun acquisto

Meno di un minuto è il tempo che impiegherai per compilare il questionario.

 

Privacy Policy