Come riesci ad uccidere le muffe dalle radici

Tu oggi puoi uccidere le muffe e le loro spore, cosa che, invece, i prodotti antimuffa alla varechina non riescono a fare.

La loro mancanza di efficacia è dimostrata dalla muffa che ancora cresce sulla parete, sugli angoli.

Le muffe sono molto di più di una semplice macchia sulla quale:

  • spruzzare un prodotto
  • lasciarlo agire
  • vivere con la speranza che tutto si sia risolto

Saremmo tutti contenti se fosse così.

Ahimè è tutta un’altra storia.

Ti metto di fronte alla realtà che non ti farà piacere, ma meglio essere diretto e sincero anche correndo il rischio di risultarti poco simpatico.

La muffa deve essere sconfitta e non deve tornare, lascia l’idea del “facile, a pochi soldi e miracoloso” ai venditori di fumo.

Qui si tratta della salute, se hai un figlio della sua salute, messa gravemente in pericolo dalla tossicità delle muffe e delle loro spore.

  • La muffa inizialmente è sempre invisibile
  • Le pitture hanno microporosità perfette dentro le quali lei si nasconde
  • Sulla pittura si deposita sempre dello sporco che nutre le muffe

Ti sarai reso conto che dopo l’utilizzo dell’antimuffa spray il bianco che hai ottenuto è durato pochissimo.

E che, anzi, la muffa si è ingrandita smettere di crescere.

In più l’aver passato uno straccio sulla parete ha causato l’aver disperso le spore tutt’attorno, anche lì dove prima non ce n’erano.

Ecco perchè la macchia si è ingrandita.

PERCHE’ LA MUFFA CRESCE SULLE PITTURE?

La muffa è un microorganismo con delle necessità molto semplici.

Per prima cosa ha bisogno di umidità e poi di nutrienti.

Quando nelle stanze l’umidità sale troppo e supera il livello di sicurezza (cioè il 55% nelle 24 ore) le muffe trovano condizioni per loro perfette.

Bastano appena 48 ore.

I nutrienti li trova nelle pitture dato che al loro interno ci sono elementi di cui le muffe vanno ghiotte:

  • la cellulosa

Sulla parete, inoltre, è sempre presente del pulviscolo invisibile e dei pollini, che fanno da nutrienti per le muffe.

“Ho capito Andrea, allora come posso fare?”

Per prima cosa se hai muffa sulle pareti (o anche sui mobili), evita di strofinarla con uno straccio o una spugna anche se stai usando l’antimuffa al cloro.

E’ importante prima di tutto comprendere cosa sta accadendo nella stanza, analizzare il livello di gravità della situazione e solo dopo individuare cosa utilizzare.

Per arrivare alle ife delle muffe nelle microporosità, devi avere la certezza di poter eseguire la corretta azione iniziando dal trattarle in superficie.

Infatti, hai necessità di:

  • disgregare la parte organica superficiale delle muffe
  • inglobare le spore per non diffonderle ovunque
  • penetrare nei micropori così da eliminare le radici in profondità

Trattare tutte le superfici della stanza è altro aspetto necessario da eseguire.

E per tua sfortuna l’antimuffa chimico non è in grado di far fronte nemmeno ad uno dei punti qui sopra elencati.

Il Sistema Atum è stato ideato per agire partendo dalla superficie (lì dove il prodotto antimuffa chimico si annulla) per raggiungere poi le radici delle muffe nelle microporosità della pittura ed eliminare le spore.

Lo sapevi che è sufficiente una macchia di muffa della dimensione dello schermo del tuo cellulare per riempire di spore tutta la stanza?

COME AGISCE IL SISTEMA CHE TI AIUTA CONTRO LA MUFFA

Il cuore pulsante è costituito da due prodotti liquidi inodore e atossici, che utilizzi da solo, sono molto semplici da applicare:

    1. Antago:
      è il prodotto che abbiamo sviluppato utilizzando i lieviti, i funghi “buoni” che sono antagonisti del fungo “cattivo”, la muffa.
      Le molecole di Antago si legano a quelle delle muffe, iniziando a disgregarle e incapsulano le spore.
    2. Dedalo:
      elimina le ife e le spore arrivando dentro le microporosità della pittura e dei materiali.
      Va sempre usato dopo Antago.
      Dedalo causa un danno mortale irreversibile sulle pareti delle spore e le lascia senza scampo.
      E se non bastasse, penetra nelle microporosità della pittura per eliminare la vitalità delle radici delle muffe.

Sono due prodotti:

  • atossici
  • inodore
  • privi di rischi per le persone e l’ambiente
  • che non rilasciano sostanze volatili pericolose (VOC)
  • biodegradabili al 100%
  • da utilizzare su qualsiasi materiale (ad eccezione di libri, riviste e apparecchi elettronici in tensione)

Sono studiati per eseguire la bonifica delle stanze tramite il “fai-da-te”, che ti fornisce massima libertà organizzativa e sicurezza nell’esecuzione.

Chiedi oggi stesso che il tuo problema venga valutato da un esperto nella lotta alla muffa:

compila il questionario di analisi senza alcun obbligo successivo da parte tua!

Un nostro esperto ti contatterà per raccogliere informazioni necessarie e ti fornirà tutte quelle che ti servono per agire correttamente contro le muffe.

Compila il questionario iniziale Non ti obbliga a nessun acquisto

Meno di un minuto è il tempo che ti serve per compilare il questionario.

 

Privacy Policy